Descrizione progetto

Il Progetto|Descrizione progetto

·       DESCRIZIONE PROGETTO 

Come indicato a più riprese in questa presentazione tutto il progetto nasce dalla necessità di generare economia per questo paese. Come ideatore, il solo scopo che fino ad ora mi ha mosso è stato quello di creare la condizione per un rilancio dell’Alta Val Taro in una direzione turistica che apparteneva già a questo paese oltre 25 anni fa, anni in cui l’offerta del trentino, dei voli low cost e della riviera adriatica non erano assolutamente così sviluppate. Oggi è palese quanto sia facile spostarsi di 2000 km con un aereo, nello stesso tempo in cui ci si reca a Rimini in macchina. L’offerta creata attraverso i media delle regioni economicamente ricche inoltre è riuscita, come tutte le operazioni di marketing ben fatte, ad ottenere un rendering impressionante spostando molto i consumatori su mete a distanze maggiori. Nei miei obiettivi non pongo limiti su quanto si possa arrivare ad essere attraenti ed interessanti agli occhi del consumatore, e proprio per questo motivo, sarà necessaria una campagna di marketing estremamente aggressiva, non solo nella quantità di pubblicità ma soprattutto nella qualità della stessa. Questo significa che l’immagine del parco, con il suo logo rappresentativo, verrà venduto al consumatore come brand e non come semplice spot di un’area ricreativa. L’intento è quello di arrivare alla testa delle persone fino ad associare nella loro memoria la nostra mascotte con l’immagine di Bedonia, del parco e di tutta l’offerta turistica della Valle. Per questo motivo, il parco dovrà vivere anche attraverso le vie del paese, nei negozi e anche in tutti quei luoghi ove riusciremo ad entrare per diffondere il brand. Solo attraverso una campagna di questo tipo si potrà ottenere un effetto virale che ad oggi rappresenta il sistema di marketing più evoluto e redditizio a livello mondiale. Per ottenere questo, prevediamo un budget minimo sul marketing di € 30.000,00 annui, con la speranza di incrementarlo attraverso gli sponsor.

Ciò che il parco offrirà, dovrà essere di qualità, dalla semplice camminata nei boschi fino al cibo distribuito, perché sebbene le persone tendano al risparmio, per svariati motivi, come in ogni crisi che si rispetti, il denaro ha assunto un valore ancora più alto e ciò che il consumatore esige, è qualità. E noi daremo loro qualità, nel servizio, nell’immagine e nel divertimento.

L’area di circa 55000 mq complessivi, verrà suddivisa in 2 parti: la prima accoglierà i visitatori senza alcun costo e avrà lo scopo di dare servizio. In quest’area, le persone potranno liberamente accedere, pranzare, usufruire dei servizi igienici e di ristorazione e persino dormire nelle innovative strutture sospese, che inizialmente saranno 3/5 con camera da letto, servizi ed un piccolo balconcino. Sempre in quest’area le persone potranno recarsi presso la meravigliosa Cappella ottagonale che al di là del valore religioso, rappresenta una perla di architettura. In quest’area, verranno accolti tutti i ragazzi delle scuole che potranno svolgere qualche ora in aula con un docente che parlerà di ambiente, appennino e di ogni argomento correlato alla natura. Sempre da qui si partirà per i percorsi, che attraverso i boschi, mostreranno le varietà di piante, sottobosco e animali che il nostro territorio offre. Si prevede che le stesse guide escursionistiche creino qui il punto di ritrovo per tutte le escursioni sul nostro territorio essendo il parco stesso collegato a gran parte dei percorsi. Si sta pensando anche di introdurre una piccola area nel verde dove dopo una serie di informazioni generali si possa far entrare le persone in contatto diretto con il Lupo Italiano. Infatti abbiamo la disponibilità di circa 8 esemplari abituati a stare con i ragazzi che rappresenterebbero una novità ed una attrazione molto originale. Ovviamente tutto quello che è stato detto vale anche per l’accoglienza e la gestione di persone portatrici di handicap. La conformazione del terreno e la progettazione fatta ci permette di garantire a chiunque la possibilità di utilizzare gran parte delle attrazione, di accedere a buona parte dell’area e persino di percorrere un sentiero scosceso attraverso il bosco in piena libertà, utilizzando sedie a rotelle. 

La seconda area sebbene non circoscritta, avrà una valenza più commerciale. Questa parte conterrà quasi tutte le attrazioni e necessiterà di un biglietto per poter usufruire dei singoli giochi. La biglietteria sarà posta nel cuore dell’area, in prossimità dell’arrivo dell’impianto di risalita. Gli accessi previsti sono: via Roma con parcheggio adiacente, via Serpaglio in prossimità delle scuole.  In queste aree si troveranno le seguenti attrazioni: 2 piste Tubby, parco tibetano 4 livelli e circa 40 stazioni, Parco Tibetano per disabili, 2 Zip Line, pista da Downhill, pista da Ciclocross, Pista da kart gommati, Pista da Monopattino, area da combattimento con fucili a marcatori, varie piccole attrazioni. Tutte le attività avranno l’obbligo di esibizione del biglietto, quindi in quest’area il personale sarà presente con una concentrazione maggiore. Non è stata ancora definita la modalità di pagamento delle singole attrazioni poiché esistono diversi modi di impostare la cosa, pagando il singolo giro sul singolo gioco oppure per fascia oraria, o ancora, creando dei pacchetti che contengono più attività.

Tutta l’area rimane comunque servita da un impianto di risalita automatizzato a scomparsa nel terreno che permette a tutti di risalire dalla zona adiacente al parcheggio (punto di arrivo di molte attrazioni) fino alla zona più alta dove si trova il punto ristoro, relax e shopping. Si sta infatti pensando di creare nell’edificio che rimane inutilizzato una sorta di Store del Lupo Rosso legati alla mascotte, inserendo anche delle piccole vetrine che espongano articoli presenti nei negozi del paese, cercando di fare così da traino per una passeggiata in centro dopo la giornata nel parco.

 

IL PARCO

La necessità di ricercare continuamente soluzioni per attrarre turisti, è stata la molla che ha fatto scattare l’idea del Parco Avventura Lupo Rosso

         

DONAZIONI

La situazione della raccolta fondi per la creazione del parco:
Soci: 19,5% = € 160.000,00
Donazioni: 2.2% = € 1.600,00
Imprese: € 140.700,00

IL COMITATO PROMOTORE

PARCO AVVENTURA LUPO ROSSO

Viale Europa 1
43041 Bedonia (Pr) Italia

Reg N Prot 4161 del 3/9/2015 Parma
Codice Fiscale: 92184470349

© Copyright 2015 - Codice Fiscale: 92184470349 - by Web Progetto