Occupazione

Il Progetto|Occupazione

·       OCCUPAZIONE 

Un aspetto sicuramente positivo di questo progetto, da valutare sia per il presente che per le possibili implicazioni future è quello del personale necessario al mantenimento dei servizi del parco.

Passata la prima fase legata alla ristrutturazione e sistemazione degli immobili, nel quale moltissimi soggetti godranno di lavoro e quindi economia nuova, si passerà alla fase in cui il parco inizierà le sue ordinarie funzioni di vita e lavoro.

Una prima analisi basata sui dati raccolti nei parchi visitati nell’area del trentino e dell’appennino modenese/bolognese ha sviluppato i seguenti dati:

  •  
    •  
      • 1 personale addetto all’area parcheggio (5/6 ore al giorno) nell’area attualmente nominata “moronera”

      • 1 personale addetto alla Biglietteria (6 / 8 ore al giorno) adiacente all’area parcheggio

      • 1 personale addetto alla gestione dell’impianto di risalita (8/9 ore al giorno). L’area è quella del prato in prossimità dell’entrata principale. In questo luogo sono concentrati gli arrivi di diverse attrazioni che convergono in quel punto per poi accedere all’impianto che li riporta verso l’area ristorazione/servizi.

      • 1 personale addetto alla pulizia delle aeree aperte al pubblico e manutenzione dell’igiene dei servizi igienici (6/8 ore al giorno)

      • 2 personali addetti alla gestione delle aree a fune sospesa come parco tibetano e zip line 6/8 ore al giorno con momenti di pieno ritmo alternati a momenti in cui sarà sufficiente la presenza di una sola persona. Area gola nord + piana alta vicina alla Cappella.

      • 1 personale addetto alla gestione delle mountain-bike (6/8 ore al giorno) dal noleggio attrezzature al servizio di manutenzioni bike fino alla gestione della pista di discesa.  Area prato nord + tutta la gola.

      • 1 personale addetto alla gestione dell’area chiusa destinata al combattimento con fucili a vernice (su prenotazione o nei periodi di alto flusso 4/6 ore al giorno), area gola lato nord/ovest.

      • 1 / 2 personale addetto all’accoglienza dei gruppi organizzati con: Corsi di educazione ambientale indoor (inizialmente tenuti all’interno dell’adiacente sala del Gruppo Alpini e successivamente nel corpo centrale dell’edificio principale non appena si riuscirà a completare la ristrutturazione; Corsi di educazione ambientale nel bosco del parco con camminata all’interno dell’area e possibilità di espandere le escursioni in ogni direzione visto l’adiacenza di numerosi sentieri battuti.

      • Area ristorazione: la definizione del numero di persone per la gestione di questa attività è difficile. Si stimano circa 3 persone in media per garantire l’efficienza del servizio ma è un dato variabile, infatti il potenziale di un locale che andremmo a definire come una sorta di rifugio molto legato al territori per menù e contesto ma moderno nel suo sistema produttivo e distributivo, è enorme. Il locale potrebbe avere 2 volti: uno di servizio rapido e funzionale durante le ore di attività del parco, ed un secondo aspetto più di rifugio - ristorante nelle ore serali.

      • 1 / 2 addetto supervisore che garantisca in ogni momento le possibili soluzioni ai svariati problemi che la normale attività imprenditoriale propone, con carisma e decisione da un lato e diplomazia e professionalità dall’altro.

 

IL PARCO

La necessità di ricercare continuamente soluzioni per attrarre turisti, è stata la molla che ha fatto scattare l’idea del Parco Avventura Lupo Rosso

         

DONAZIONI

La situazione della raccolta fondi per la creazione del parco:
Soci: 19,5% = € 160.000,00
Donazioni: 2.2% = € 1.600,00
Imprese: € 140.700,00

IL COMITATO PROMOTORE

PARCO AVVENTURA LUPO ROSSO

Viale Europa 1
43041 Bedonia (Pr) Italia

Reg N Prot 4161 del 3/9/2015 Parma
Codice Fiscale: 92184470349

© Copyright 2015 - Codice Fiscale: 92184470349 - by Web Progetto